L’arte del Collage con Vincenzo Musacchio

Non sono una critica o un’esperta d’arte, chi mi segue da tempo lo sa, ho semplicemente una profonda attrazione per tutto ciò che è bello e sostenibile, amo la streetart, l’upcycling, l’architettura del paesaggio e la natura.

Durante una delle mie ultime passeggiate domenicali, intenta a conoscere e scoprire una Milano inusuale, ho affrontato gli oltre 5000 mq espositivi dell’ex fabbrica di Lambrate, una struttura di inizio ‘900 dal fascino post-industrialedove da diverso tempo va in scena l’EastMarket.

L’East Market, è il mercatino delle pulci milanese dedicato ai privati dove tutti possono vendere, comprare e scambiare oggetti di antiquariato, modernariato, vintage, second hand, sneakers, dischi, curiosità e vecchie collezioni.

Un mercatino che prende ispirazione dall’East London market. Si propone come un connubio di moda, fai da te, mercato del riciclo, arte, vintage  e tanto altro.

il motto é: “everything old is new again”

Nel Pad 2 tra moda, design e vintage, ho incontrato Vincenzo Musacchio, un sorprendente colaggista con grande passione e competenza.

Mi sono avvicinata al suo stand e non ho potuto fare a meno di osservare, apprezzare i suoi quadri e chiacchierare con lui, che con pazienza, passione e competenza, mi ha illustrato le sue opere.

Vincenzo, ha messo nel cassetto la sua laurea in ingegneria per dare libero sfogo alla sua fantasia.

Le sue creazioni sono frutto di un’attenta e meticolosa ricerca di immagini prese da ritagli di riviste che incollate su tela si trasformano in personaggi protagonisti di scene e scenari policromatici e ricchi di significato.

Ciò che mi ha impressionata, oltre alla tecnica con cui realizza le sue opere, al significato e a questa miriade di colori e immagini che ti travolgono, è la straordinaria attenzione al dettaglio e una raffinata cura nella ricerca dei soggetti che compongono l’opera.

Ogni figura, ogni immagine dialoga in modo fluido con l’altra creando quadri ricchi di significato, dotati di un enorme potere espressivo.

I temi più ricorrenti nelle sue opere sono il cinema, la fotografia e l’arte, dando largo spazio alla PopArt, ispirandosi a Mimmo Rotella e Mario Schifano e a livello internazionale a Andy Warhol, Tom Wesselmann, Robert Rauschenberg, Richard Hamilton e Peter Blake.

Le sue fonti d’ispirazione nell’ambito della fotografia sono gli americani David LaChapelle e Terry Richardson che con le loro foto provocatorie, bizzarre, dai colori molto accesi sono costantemente fonte di stimolo per l’artista.

Per conoscere meglio le opere di Vincenzo Musacchio vi invito a visitare il suo sito, seguirlo sui suoi profili social, costantemente aggiornati e in primis a fargli visita durante il prossimo East Market, perché osservare le sue opere dal vivo è tutta un’altra storia.

Per conoscere le date del prossimo East Market, cliccate qui.

fonte immagini: ©VincenzoMusacchio – allrightreserved

Vincenzo Musacchio Instagram | Facebook

Stay tuned and #begreen

 

Scritto da Silvia Ramieri

Io sono Silvia Ramieri, nella vita sono un architetto paesaggista e da qualche anno mi diletto a scrivere e condividere i miei interessi online. Bloggergreen é la vetrina dei miei pensieri, in cui condivido esperienze, notizie che ci insegnano a conoscere il mondo al di fuori della nostra casa.