La suggestiva Cattedrale Vegetale di Mauri in Val di Sella

Giuliano Mauri (1938-2009) o “Tessitore del bosco” come lo chiamava il critico d’arte Vittorio Fagone, è l’autore della meravigliosa Cattedrale Vegetale in Val di Sella, Borgo Valsugana (Tn), un’opera di Land Art affascinante, da osservare nel tempo.

Nata nel 2001 nell’ambito di “Incontri Internazionali Arte Natura” di Arte Sella, la Cattedrale Vegetale vuole essere un punto d’incontro e di cultura che ispiri riflessioni sulla natura e il territorio.

La struttura della cattedrale realizzata nella natura è ispirata al disegno delle cattedrali gotiche, presenta tre navate formate da ottanta colonne di rami intrecciati alte dodici metri per un metro di diametro e occupa un’area di 1.230 metri quadrati.

Un progetto che vedremo crescere e realizzarsi nel tempo, che segue i ritmi della natura. Le colonne infatti sono costruite con rami di legno che fungono da sostegno e contenitore per le piante di Carpino, posizionate al loro interno. Tra 20 anni circa, gli alberi saranno cresciuti e le ingabbiature, destinate a marcire, libereranno le piante che con il tempo e con l’aiuto di sapienti potature avranno assunto la forma desiderata.

© Arte Sella _ www.artesella.it

Nell’insieme il risultato sarà una Cattedrale Verde a cielo aperto, ubicata in un luogo fruibile da tutti e a contatto con la natura, immagine simbolo della Valle che attira oggi migliaia di visitatori ogni anno.

Mauri era un’artista che attraverso le architetture vegetali cercava di recuperare un dialogo profondo con la natura nel pieno rispetto dei luoghi.

Dopo questo esperimento riuscito benissimo nella Val di Sella, a Malga Costa Mauri ha realizzato un’altra cattedrale nel Parco delle Orobie a Bergamo e la terza sorgerà prossimamente a Lodi sulla riva sinistra del fiume Adda.

Come raggiungerla?

Tutte le informazioni si possono trovare sul sito internet di Arte Sella, un meraviglioso portale in cui potete assaporare la bellezza delle installazioni presenti nei percorsi naturalistici/espositivi di Arte Sella, dove Arte e Natura si incontrano.

 

 

“All’interno di questi artifici che io sto costruendo ci saranno delle piante di carpino. Costruisco artifici per accompagnare le piante nei vent’anni che servono loro per diventare adulte. Dopo questo tempo le strutture sono destinate a marcire, a diventare terra. Al loro posto, stante una potatura annuale, ci saranno ottanta piante a forma quasi di colonna che ricorderanno comunque il mio lavoro. Quattro filari di alberi per la cattedrale che ho sempre sognato. Tra vent’anni la gente si accorgerà che c’è stata la creazione della natura che ha dialogato con l’uomo. Che è poi quello che l’uomo ha sempre fatto. La dimenticanza è solo la nostra di non sapere, di non riconoscere più.”

– Giuliano Mauri

 

fonte foto: ©Arte Sella

Scritto da Silvia Ramieri

Io sono Silvia Ramieri, nella vita sono un architetto paesaggista e da qualche anno mi diletto a scrivere e condividere i miei interessi online. Bloggergreen é la vetrina dei miei pensieri, in cui condivido esperienze, notizie che ci insegnano a conoscere il mondo al di fuori della nostra casa.

Be the first to comment

Lascia un commento