Fuori Orticola presenta “THE SECRET GARDEN”

In occasione di FuoriOrticola, il chiostro ottocentesco delle Gallerie d’Italia – Piazza Scala di Milano, trait d’union tra le preziose opere della collezione dell’Ottocento lombardo di Intesa Sanpaolo e Fondazione Cariplo, viene aperto al pubblico trasformato in “The secret Garden”, un allestimento il cui concept è a cura di Cinzia Felicetti, direttore di Marie Claire Maison.

The Secret Garden sarà un giardino di meditazione concepito come oasi di quiete dove ritrovare un senso di pace nel cuore di Milano.

Un eden in cui la sacralità della natura offre rifugio dalla vita di tutti i giorni e promette un’esperienza polisensoriale che oltre ad appagare lo sguardo nutre la dimensione più emozionale con sollecitazioni olfattive e uditive.

A ispirare The Secret Garden, il racconto Favola d’Amore, scritto da Hermann Hesse nell’autunno del 1922, pochi mesi dopo la stesura di Siddharta. Una metafora del mistero della vita, il suo “sole” nella scultura Disco in forma di rosa del deserto, di Arnaldo Pomodoro, punto focale del layout. L’invito a immergersi in questa dimensione meditativa arriva anche da una “colonna sonora naturalistica” – soavi cinguettii, zampilli acquatici, fruscio di foglie – realizzata ad hoc per il progetto dal compositore
Alberto Maria Gatti e da una suggestione olfattiva affidata a note boschive e candide corolle.

Tributo al giardino romantico, oltre le vetrate del chiostro che ne esaltano la forma mettendo in evidenza il colonnato, prende vita una narrazione vegetale di piccoli arbusti, erbacee perenni e petali nivei, che incorniciano l’opera di Arnaldo Pomodoro e creano un’elegante “liaison cromatica” con il vicino Giardino di Alessandro Manzoni.

Con questa scenografia immersiva, il chiostro di Gallerie d’Italia promette di essere un frammento di paradiso terrestre in miniatura che si lega alla perfezione a quell’angolo di verde su cui si affaccia lo studio del poeta e drammaturgo, appassionato di botanica, spesso intento a sperimentare colture, scegliere specie rare e osservare innesti nel suo piccolo eden.

Credits Verde Profilo

Concept: Cinzia Felicetti, direttore di Marie Claire Maison
Scelta botanica: Gaetano Zoccali, giornalista ed esperto green di Marie Claire Maison Bozzetto e realizzazione progetto: Verde Profilo
Colonna sonora: Alberto Maria Gatti impianto audio e speaker: K-array con Anakonda

QUANDO VISITARLO?

Il pubblico potrà accedere al giardino segreto dall’8 al 19 maggio, con ingresso da Piazza Scala 6 negli orari di apertura del museo, e con ingresso gratuito da Via Manzoni 10 nelle ore serali dalle 19.30 alle 21.30 il 14 maggio e dal 16 al 19 maggio.

Curiosità

Il Chiostro
Rifatto nel 1829 su progetto dell’architetto Luigi Canonica, è oggi il nodo distributivo del percorso espositivo delle Gallerie dedicato all’arte dell’Ottocento. Completamente chiuso da una vetrata che ne esalta la forma, ospita l’importante scultura il Disco in forma di rosa del deserto di Arnaldo Pomodoro, uno dei più grandi scultori contemporanei italiani, appartenente alle collezioni del Novecento di Intesa Sanpaolo.

Il giardino di Alessandro Manzoni
Aperto al pubblico dall’ottobre 2015, il giardino si trova tra la Casa del Manzoni e Palazzo Anguissola Antona Traversi. Passeggiando tra i tigli e le magnolie di questo angolo verde nel cuore di Milano si possono ammirare alcune sculture di arte contemporanea della collezione Intesa Sanpaolo realizzate da Joan Miró, Giò Pomodoro, Jean Arp e Pietro Cascella. E’presente anche una fontana a edicola con il busto di Alessandro Magno, simbolo dell’autorevolezza del casato Anguissola e segno evidente della passione del conte Antonio Carlo per l’antichità classica.

 

Scritto da Silvia Ramieri

Io sono Silvia Ramieri, nella vita sono un architetto paesaggista e da qualche anno mi diletto a scrivere e condividere i miei interessi online. Bloggergreen é la vetrina dei miei pensieri, in cui condivido esperienze, notizie che ci insegnano a conoscere il mondo al di fuori della nostra casa.