Arte, Riuso e Assemblaggio, la Street Art ecologica di Bordalo II

Le opere di Bordalo II, nascono da una perfetta fusione tra murales e arte del riciclo. Artur Bordalo, artista portoghese divenuto noto in tutto il mondo grazie alle sue creature fantastiche fatte di rifiuti.

La sua arte è stata definita “ecologica”. Il suo stile unico.

Partendo da tutto ciò che la società scarta, riproduce ciò che la società in questo modo distruggeGli animali, come simbolo della fragile natura.

fonte: bordaloii.com

Nella sua collezione ” Big trash animals “, servendosi di teli di plastica, vecchi pneumatici, grovigli di cavi elettrici, da vita a giganteschi insetti, pellicani, gatti, volpi, rane, renne e persino topi. Gli animali sono tutti realizzati con materiali di scarto, che assemblati con minuziosità e precisione, creano opere di street art straordinarie.

Ogni opera vista da lontano, può apparire come una mera rappresentazione di un animale, ma guardando con più attenzione e avvicinandosi, si svela la reale composizione. Gli animali sono interamente realizzati con spazzatura e oggetti riciclati. Pezzi di automobile, copertoni, biciclette, qualsiasi materiale di scarto diviene nelle mani di Bordalo II un potenziale elemento con cui creare.

fonte: bordaloii.com

 

fonte: bordaloii.com

fonte: bordaloii.com

Le opere di Bordalo II si possono trovare passeggiando tra le vie di Lisbona e sui muri di tutto il mondo, dalla Norvegia all’Azerbaijan, dagli Stati Uniti alla Polonia. In Italia, queste incredibili creature sono esposte dal 10 dicembre e fino al 25 febbraio alla Square 23 Gallery di Torino.

 

Una mostra personale dal titolo Decomposed’ che vedrà protagonisti i suoi celebri Big Trash Animals. Gli animali sono stati riprodotti in dimensioni più piccole, mantenendo inalterato lo stile e il messaggio, ma utilizzando anche altri materiali di recupero che gli consentono un tale livello di dettaglio impossibile da raggiungere sulla superficie di un muro.

Bordalo II, raffigura la natura attraverso tutto ciò che la distrugge, le sue opere sono un messaggio di critica verso la società consumistica. Società che costruisce, usa e butta via senza alcun rispetto per l’ambiente.

fonte: bordaloii.com

fonte: bordaloii.com

fonte foto: bordaloii.com

Article by Silvia Ramieri

Io sono Silvia Ramieri, nella vita sono un architetto paesaggista e da qualche anno mi diletto a scrivere e condividere i miei interessi online. Bloggergreen é la vetrina dei miei pensieri, in cui condivido esperienze, notizie che ci insegnano a conoscere il mondo al di fuori della nostra casa.

Be the first to comment

Lascia un commento